L'attenzione alle disabilità sensoriali

La Rai non si limita ad accogliere le trasmissioni con pubbliche raccolte di fondi, le campagne per il sociale e le iniziative di sensibilizzazione nonché i messaggi di utilità sociale ovvero quelli di interesse pubblico, in accordo con la normativa attualmente vigente, ma ritiene doveroso porsi come parte attrice e promotrice di iniziative quali campagne, convegni e giornate dedicate, per esempio, alla figura ed al ruolo della donna nella società, agli anziani, all’infanzia ed alla sua tutela nonché ai disabili ed alla loro inclusione socio-culturale.

“La Rai [...] dedica particolare attenzione alla promozione culturale per l’integrazione delle persone disabili ed il superamento dell’handicap eliminando ogni discriminazione nella presenza delle persone disabili nei programmi di intrattenimento, di informazione, nelle fiction e nelle produzioni Rai”.
Art. 13, c. 1, Contratto di Servizio

In quest’ottica, la Rai è continuamente tesa a potenziare la fruizione della produzione radiotelevisiva per gli utenti con disabilità sensoriali, attraverso l’audiodescrizione della propria programmazione e l’offerta in modalità telesoftware, la sottotitolazione dei diversi generi della propria programmazione e la traduzione nella Lingua Italiana dei Segni (LIS).

tabelle e infografiche25.jpg

 

SOTTOTITOLI

“sottotitolare almeno una edizione al giorno di Tg1, Tg2, e Tg3 e assicurare una ulteriore edizione giornaliera per ciascuna delle suddette testate nel periodo di vigenza del presente Contratto”.
Art. 13, c. 2, Contratto di Servizio

tabelle e infografiche56.jpg

 

“procedere, nel più breve tempo possibile, a sottotitolare almeno una edizione giornaliera di un notiziario di contenuto sportivo sulle reti generaliste e di un notiziario sul canale Rai News”.
Art. 13, c. 2, Contratto di Servizio

tabelle e infografiche57.jpg

Per quanto riguarda Rai News, si stanno superando le ragioni tecniche/economiche che hanno di fatto impedito l’avvio della sottotitolazione del notiziario richiesto nel Contratto di Servizio.

 

tabelle e infografiche25.jpg

 

LINGUA DEI SEGNI

“tradurre in lingua dei segni (LIS) almeno una edizione al giorno di Tg1, Tg2 e Tg3”.
Art. 13, c. 2, Contratto di Servizio

tabelle e infografiche58.jpg

“procedere, nel più breve tempo possibile, a sperimentare la sottotitolazione o la traduzione in LIS del TGR regionale”.
Art. 13, c. 2, Contratto di Servizio

tabelle e infografiche59.jpg

 

tabelle e infografiche25.jpg

 

TELESOFTWARE

“La Rai garantisce l’accesso alla propria offerta multimediale e televisiva su analogico, digitale terrestre e satellite alle persone con disabilità sensoriali o cognitive anche tramite specifiche programmazioni audiodescritte e trasmissioni in modalità telesoftware per le persone non vedenti”.
Art. 13, c. 3, Contratto di Servizio

tabelle e infografiche60.jpg

 

tabelle e infografiche25.jpg

 

TOTALE ORE SOTTOTITOLATE E AUDIODESCRITTE

“incrementa progressivamente, nell’arco del triennio di vigenza del presente Contratto, il volume della programmazione sottotitolata fino al raggiungimento nel 2012 di una quota pari ad almeno il 70 per cento della programmazione complessiva delle reti generaliste tra le ore 6,00 e le ore 24,00, al netto dei messaggi pubblicitari e di servizio (annunci, sigle, ecc.)”.
Art. 13, c. 4, Contratto di Servizio

tabelle e infografiche61.jpg

 

“incrementa progressivamente l’offerta di programmazione audiodescritta”.
Art. 13, c. 2, Contratto di Servizio

tabelle e infografiche62.jpg

 

Dal 2004 è attivo, presso il Centro di Produzione di Torino, un Ufficio Pilota ad Alta Tecnologia Informatica per il Superamento delle Disabilità. Esso offre accoglienza agli studenti dell’Università di Torino con specifiche disabilità sensoriali e motorie, assistendoli nell’ottenimento di stage e tirocini curriculari su temi connessi alla comunicazione sociale. 
Il Centro è dotato di sette postazioni con altrettanti personal computer, equipaggiati con sintetizzatore vocale, tastiera braille per ipovedenti e non vedenti, webcam per muovere il cursore con i soli movimenti della testa e software avanzato (ausili messi a disposizione dall’Unione Italiana Ciechi e dal Centro di Eccellenza nelle Tecnologie per Anziani e Disabili di Torino).

La comunicazione sociale
ARGOMENTO PRECEDENTE
Le altre attività di rilevanza sociale
ARGOMENTO SUCCESSIVO