La formazione e la valorizzazione delle persone

Nel corso del 2014 le ore medie di formazione per dipendente sono state 7,4 per gli uomini e 3,7 per le donne, per quest’ultime con un lieve aumento nell’ultimo triennio.

ORE MEDIE DI FORMAZIONE EROGATE DA RAI S.P.A. SUDDIVISE PER GENERE 
tabelle e infografiche49.jpg
La maggior parte delle attività formative erogate da Rai S.p.A. ha coinvolto principalmente quadri, impiegati ed operai, come si evince dalla tabella seguente in cui vengono riportate le ore medie di formazione per categoria professionale.


ORE MEDIE DI FORMAZIONE EROGATE DA RAI S.P.A. SUDDIVISE PER CATEGORIA PROFESSIONALE 

tabelle e infografiche50.jpg
Inoltre, nel 2014, sono state diverse le attività formative organizzate dall’area CTO – Tecnologia e Produzione, dedicate ad aspetti specifici della produzione televisiva e dell’innovazione tecnologica. 


ORE E NUMERO DI CORSI DI FORMAZIONE EROGATE DALL’AREA CTO - TECNOLOGIA E PRODUZIONE 

tabelle e infografiche51.jpg

Digitalizzazione

La Rai si è concentrata sul processo di sviluppo tecnologico e sulla definizione delle esigenze formative relative a quest’ambito. Il progetto di maggiore impatto ha riguardato il processo di produzione delle news ed il relativo workflow.
La formazione ha coinvolto tutti i giornalisti ed impiegati di redazione di TG1, TG2 e TG3, nonché tutto il personale tecnico a supporto, per un totale di circa 650 giornate erogate per oltre 1.000 partecipanti.

Nel 2014 è stato avviato anche un piano della formazione dedicato alla TGR, che ha interessato le sedi di Roma, Milano, Campobasso, Palermo, Trieste, Trento e Bolzano e che si svilupperà fino al 2016.
Si è fatto ampio ricorso alla formazione interna, adottando il modello della formazione a “cascata” per portare a completamento i corsi rivolti alle diverse classi di utenti.
Nel più ampio progetto aziendale di digitalizzazione rientra anche l’introduzione del sistema T-Cube e la diffusione dell’applicativo Rai Connect (riguardante la dematerializzazione dei flussi di corrispondenza in entrata ed in uscita e l’archiviazione della posta).


Formazione manageriale

Si segnala l’attenzione dedicata alla formazione manageriale, con una iniziativa che ha riguardato i dirigenti e che ha coinvolto nella sua prima edizione circa 40 unità. Il progetto ha l’obiettivo di sviluppare nei partecipanti conoscenze e metodologie comuni di azione manageriale ed organizzativa, per favorire l’acquisizione di attitudini e di atteggiamenti organizzativi adeguati all’attuazione delle strategie aziendali ed al conseguimento degli obiettivi di business.


Formazione su contesti normativi di riferimento

Nell’ambito di più articolati percorsi di formazione, nel corso del triennio sono stati condotti eventi di sensibilizzazione ed accrescimento della cultura aziendale sui temi dell’ex D.Lgs 231/01 e del Codice degli Appalti Pubblici, rivolti in particolare ai dirigenti e ai procuratori aziendali.

Inoltre, il portale della comunicazione interna ha ospitato un corso “statico” relativo al Modello Organizzativo Rai ex D.Lgs 231/01 a disposizione di tutti i dipendenti.

Nel 2015 è stato lanciato il corso e-learning in tema di ex D.Lgs 231/01 rinnovato nei contenuti, la cui fruizione sarà estesa progressivamente a tutta la popolazione aziendale ed è stato avviato un piano formativo secondo le specifiche del primo Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione di Rai S.p.A.


La valorizzazione delle persone

Nel corso del 2014 sono stati progettati ed implementati progressivamente processi e sistemi di valutazione delle performance (iniziando dalle posizioni apicali), delle competenze e del potenziale (iniziando dai Quadri).

Inoltre, è stato progettato un nuovo processo di sviluppo inizialmente focalizzato sui Quadri, con l’obiettivo di costruire percorsi di formazione e crescita professionale coerenti con le strategie aziendali.

Tutte le iniziative saranno estese alla rimanente popolazione aziendale nel corso del 2015.


Processo di formazione degli apprendisti

La Rai ha deciso di dare corso a 150 nuovi ingressi con contratto triennale di apprendistato. Come previsto dalla normativa nazionale, agli apprendisti vanno erogate 40 ore di formazione nella prima annualità e fino a un massimo di 120 ore nel corso del triennio (in base a requisiti stabiliti dalla normativa di riferimento).
Oltre alle ore di formazione tradizionale, è previsto un approfondito percorso di formazione professionalizzante, che avviene prevalentemente
on the job grazie all’apporto dei tutor che affiancano ogni apprendista.
Al fine di garantire l’efficacia dei percorsi in essere, sono stati organizzati incontri
ad hoc con i tutor e predisposte griglie per il monitoraggio periodico e la valutazione dell’attività. Il percorso di inserimento delle nuove risorse viene attivato con il Welcome to Rai”, una giornata in cui l’azienda presenta se stessa attraverso le voci dei protagonisti (conduttori radiofonici e televisivi, manager, specialisti del settore), fornendo una vetrina del core business della Rai (palinsesto, produzione, reti televisive e radio).


Progetto Manzi 2.0

Nell’ottobre 2014 è stata organizzata una giornata di confronto e formazione dedicata a Rai Cinema, Direzione Fiction e Direzione Palinsesto, per dare supporto al contributo che la Rai intende apportare nell’ambito dei lavori dell’Agenda digitale, incrementando l’alfabetizzazione degli utenti sulle funzionalità messe a disposizione dagli strumenti digitali utilizzabili nella vita di tutti i giorni.

L’obiettivo è quello di sviluppare un piano di comunicazione che comprenda l’intera programmazione del servizio pubblico. Il progetto è gestito dalla Direzione Sviluppo Strategico, mentre la Direzione Risorse Umane partecipa anche con il proprio digital champion

La ricerca e la selezione
ARGOMENTO PRECEDENTE
La comunicazione interna
ARGOMENTO SUCCESSIVO